Casa

Come Risparmiare sui Prodotti Naturali

Tra le principali contestazioni che vengono mosse a chi cerca di avvicinarsi a uno stile basato su cibi naturali o provenienti da agricoltura biologica c’è quella relativa ai costi più alti. Tendenzialmente è così, almeno nel breve periodo. Tuttavia ci sono due osservazioni da fare. La prima è che si tratta di un investimento per la salute. Un stile alimentare corretto adesso permette con più possibilità di stare al riparo da problemi domani.

La seconda è che esistono comunque modi per contenere l’impegno di spesa. Uno di questi è imparare a confrontare i prezzi applicati dai negozi fisici con quelli online, ovvero sfruttare con maggiore attenzione e intelligenza i coupoun e le promozioni che periodicamente saltano fuori. A fine mese il risparmio può rivelarsi interessante.

Alcuni prodotti possono poi essere congelati in freezer o tenuti in frigorifero per più tempo con il vantaggio non indifferente di potere acquistare quantità maggiori a un prezzo più basso. Alti alimenti possono invece essere conservati sottovuoto, che può essere fatto anche in casa utilizzando una macchina per sottovuoto come queste. Naturalmente è possibile procedere in questo modo solo per alcuni alimenti e a condizioni ben precise, ma basta informarsi per centrare l’obiettivo. E se proprio vogliamo dirla tutta, l’ideale è creare un piccolo orto personale. Alcune verdure, come lattuga e spinaci, così come i pomodori, sono molto facili da coltivare. Certo, occorre un piccolo fazzoletto di terra, ma anche in questo caso il risparmio per il portafogli può non essere da poco.

Consigli più rapidi sono quelli di comprare prodotti di stagione perché più salubri e più economici delle primizie; informarsi sugli acquisti collettivi ovvero quando il proprio negozio di fiducia crea il suo gruppo d’acquisto solidale e le famiglie sono invitate a unirsi per comprare; controllare il paniere delle offerte mensili; gettare sempre uno sguardo al banco frigo dove spesso si trovano le offerte dell’ultimo minuto relative ai prodotti freschi con la scadenza ravvicinata. E infine partecipare alle degustazioni a tema: i negozi bio permettono di tanto in tanto di assaggiare gratuitamente dei prodotti, per conoscere nuovi sapori, scoprire alimenti sconosciuti ma anche evitare di acquistare cibi che potrebbero non corrispondere ai nostri gusti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *