Casa

Come Pulire gli Oggetti che non si Puliscono Quasi Mai

Cosa c’è di più bello di una casa ordinata e pulita, pronta ad accoglierci e coccolarci come un rifugio in cui tutto funziona sempre alla perfezione? È bello sapere che il frigo conserva i nostri cibi freschi, che la lavatrice ci restituisce i nostri indumenti perfettamente puliti e che la lavastoviglie fa tornare brillanti e lucenti posate e bicchieri. Ma anche in casa, come nella vita, ogni cosa – anche la più magica e perfetta – ha bisogno di piccole cure e attenzioni per durare a lungo.

I posti più disordinati della casa
Ecco allora che è bene dedicare qualche minuto, ogni tanto, alla cura di quei piccoli “ingranaggi” domestici che non puliamo quasi mai perché nascosti o perché troppo insidiosi. Partiamo dalla lavastoviglie e dal filtro dell’acqua, che andrebbe pulito almeno una volta al mese. È molto meno arduo di quanto pensiate, ed è un’operazione che rende più efficiente la macchina (= stoviglie più pulite, meno spreco di energia). Togliete il cestello inferiore, e girate l’impugnatura per rimuovere il filtro. Dividete i vari componenti e sciacquateli sotto l’acqua corrente. Per lo sporco più ostinato potete immergerli nell’aceto per qualche ora e utilizzare un vecchio spazzolino per le incrostazioni più ostiche. Dedichiamo qualche minuto anche ai bracci dai quali fuoriesce il getto d’acqua: usate del fil di ferro o degli stuzzicadenti per rimuovere il calcare dai forellini.

Le pulizie d’autunno
Anche la lavatrice nasconde angoli e componenti da tenere sotto controllo. Come la vaschetta del detersivo e dell’ammorbidente, che va estratta e lavata sotto l’acqua calda per evitare la formazione di ristagni e incrostazioni. Sarebbe il caso di farlo dopo ogni lavaggio. Attenzione anche alle guarnizioni di gomma dello sportello, lo sporco che si deposita rischia di farla ammuffire e di sporcare i capi puliti che tirate fuori dal cestello. Lavatela con uno spazzolino. Ricordatevi di pulire periodicamente anche il filtro, e per eliminare i residui di calcare circa una volta al mese fate un lavaggio a vuoto a 90 gradi, inserendo nel cestello 1 litro di aceto bianco in cui avrete disciolto 2 cucchiai di soda (carbonato di sodio).

Passiamo al frigorifero, o meglio a quello che c’è dietro. Probabilmente la serpentina di raffreddamento posta sul retro è ricoperta di polvere: spegnete il frigo e pulitela, approfittandone anche per lo sbrinamento periodico. Molto utile per pulire questo componente e anche per l’interno è un aspirabriciole, che deve però essere sufficientemente potente. E avete mai fatto caso a quel piccolo forellino nascosto nello scomparto principale? Serve a convogliare l’acqua di scolo verso l’esterno. Anche questo va pulito dalle incrostazioni usando uno stuzzicadenti.

Il caffè è un ottimo alleato per la pulizia domestica. Diluite i fondi di caffè in acqua calda e versate la soluzione negli scarichi domestici (lavandini, wc, vasca da bagno) per pulirli ed eliminare i cattivi odori.

Un ultimo consiglio riguarda la manutenzione dell’aspirapolvere, probabilmente la nostra arma principale per la pulizia della casa. Se quando lo utilizzate notate che polvere e sporco rimangono indisturbati laddove sono, probabilmente occorre pulire i filtri, lavandoli sotto l’acqua fredda con l’aiuto di uno spazzolino da denti che non usate più. Mi raccomando, aspettate che sia ben asciutto prima di rimontare il tutto e tornare a dedicarvi alle vostre amate faccende domestiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *